Corso di Team Working e di Team Building a Milano e Roma

Team Building

COOKING

Team Cooking: quante amicizie abbiamo stretto intorno ai fornelli? Cucinare insieme è un’attività ricca e complessa, ma al tempo stesso perfettamente naturale. Questo team building aggiunge un elemento professionale all’esperienza della cucina, grazie alla supervisione di cuochi professionisti, e un elemento competitivo, permettendo alle squadre di sfidarsi nella preparazione di un piatto. In questo modo si evidenzia l’aspetto professionale della cucina, con istruzioni precise, simili a quelle che si seguono in un vero ristorante. Naturalmente, alla fine dell’esercizio, non può mancare l’elemento conviviale: tutti possono gustare insieme i frutti del proprio lavoro.

Wine Tasting: fra tutte le attività di team building, questa è forse quella che si adatta meglio all’ambito del viaggio incentive. Le degustazioni di vini, infatti, fanno spesso parte delle esperienze offerte da hotel e strutture turistiche in tutto il mondo. In Italia, in particolare, è possibile accedere a degustazioni di altissima qualità, soprattutto nelle regioni che sono famose per la produzione di vini. Con l’aiuto di un sommelier professionista, anche chi non ha alcuna precedente conoscenza in materia potrà acquisire le prime conoscenze sull’affascinante mondo del vino e imparare a riconoscere alcune caratteristiche fondamentali. Naturalmente, in una sessione di team building, sarà poi possibile sfidarsi in squadre per un “blind tasting”!

Cocktail Challenge: l’arte di preparare cocktail può essere sofisticata e interessante quanto l’alta cucina. Non a caso, i corsi professionali per bar-tender sono sempre più ambiti e popolari in tutto il mondo. Nelle nostre sessioni di team building, un professionista del bancone insegnerà ai partecipanti come mescolare alcuni ingredienti di base per preparare i cocktail più famosi. E anche come aggiungere un pizzico di creatività al proprio lavoro, personalizzando il risultato. Alla fine, naturalmente, ci si rilasserà sorseggiando le proprie creazioni e sperimentando combinazioni insolite. Questo team building è particolarmente adatto a chi sceglie un hotel ben attrezzato per il viaggio incentive: dopo aver gustato uno o più cocktail, infatti, è assolutamente indispensabile non mettersi alla guida!

Ice Cooking: è l’attività di team building che vi permetterà di migliorare le vostre skill di lavoro in team, ricerca, sperimentazione, curiosità. Infatti dopo una prima introduzione al mondo del gelato dove i partecipanti verranno guidati sulla degustazione e riconoscimento degli ingredienti, sarà il turno dei team che avranno il compito di realizzare un gusto di gelato inedito! Non solo imparerete a creare il vero gelato artigianale, ma vi sfiderete per la miglior ricetta: gusto, creatività, originalità e spirito di squadra verranno premiati in questo team cooking a basse temperature!

CREATIVITY

Paint Company: il gruppo di lavoro viene diviso in sotto-gruppi più piccoli e a ogni gruppo viene dato lo stesso compito: rappresentare per immagini lo spirito dell’azienda. Potrà trattarsi del logo, di una rappresentazione dei valori aziendali o di qualsiasi altro elemento significativo. Per realizzare la propria opera d’arte, ogni gruppo avrà a disposizione materiali “normali” come carta e colori, ma anche elementi insoliti che normalmente non si vedrebbero su un quadro ma, soprattutto, non potrà vedere ciò che gli altri gruppi stanno facendo. La vera sorpresa? Alla fine nessun gruppo, da solo, avrà creato l’opera “migliore”: tutte le opere verranno composte in un unico capolavoro finale, al quale ognuno avrà contribuito in modo insostituibile.

Carton Boat: da svolgersi in piscina oppure al mare, le regole sono semplici: ogni gruppo dovrà costruire un’imbarcazione utilizzando solo cartone, forbici, nastro adesivo e poco altro. Con queste barchette di fortuna, i partecipanti completeranno un breve percorso in acqua. Vince chi riesce a restare a galla più a lungo, prima dell’inevitabile affondamento. Questo esercizio non solo stimola la creatività, spingendo a trovare soluzioni originali per costruire la propria barca, ma migliora anche la comunicazione all’interno del team. Lavorare insieme verso uno scopo è un’ottima motivazione, che viene rafforzata dall’elemento competitivo, ma il vero segreto di questo team building è l’autoironia: prima o poi, tutti i partecipanti finiranno in acqua! Meglio, quindi, non prendersi troppo sul serio e vivere la gara prima di tutto come un gioco.

Bike Building: quando un compito è molto semplice, si dice che è “facile come andare in bicicletta”. Nessuno, però, ha mai usato l’espressione “facile come costruire una bicicletta”. Per questo abbiamo pensato a una sfida che mette alla prova non solo la creatività, ma anche l’ingegno e la capacità di concentrazione. I partecipanti assistono allo smontaggio di un modello semplificato di bicicletta da parte di un esperto. Dovranno poi completare il percorso inverso, assemblandone una a propria volta, a partire dai singoli pezzi. È dimostrato che costruire qualcosa con le proprie mani faccia bene allo spirito e all’autostima: ci si sente più forti, più autonomi, meno dipendenti dagli altri. Si diventa più assertivi e comunicativi. Soprattutto se, dopo aver completato il proprio capolavoro a due ruote, è possibile utilizzarlo per un percorso nella natura. Condividere quest’esperienza con i colleghi crea inevitabilmente un senso di solidarietà e di appartenenza.

Photo Competition: divisi in squadre, i partecipanti vengono equipaggiati con fotocamere professionali e ricevono un briefing. Lo scopo di questo team building, come è facile intuire, è cimentarsi con l’arte della fotografia, raccontando una storia per immagini. Il supporto di fotografi professionisti permette anche a chi non ha alcuna esperienza con questo mezzo di acquisire rapidamente le basi tecniche necessarie. Per vincere non occorre solo creatività e non basta neanche il talento di un singolo individuo: occorre una comunicazione efficace all’interno del team. In base al tema della competizione, bisognerà infatti trovare il modo di esprimere i concetti più importanti per il gruppo e farlo in modo da comunicare chiaramente con la giuria che dovrà valutare gli scatti. Per fare questo è necessario comunicare, ma anche distribuire i ruoli e soprattutto lavorare in armonia.

MUSIC & THEATER

Drum Circle: è un’attività dalle origini antiche, si pensa addirittura che sia stata una delle prime espressioni musicali dell’umanità. Utilizzato ancora oggi in moltissimi ambiti, questo tipo di performance collettiva è uno degli esercizi più efficaci per la creazione dello spirito di gruppo e della comunicazione fra membri di un team. Suonare le percussioni in gruppo, infatti, richiede prima di tutto l’ascolto reciproco. L’unico modo per creare armonia e ottenere un bel suono è ascoltare ciò che fanno gli altri, entrare in sintonia con il proprio ritmo, creare un flusso che coinvolga tutti e che trasformi ogni contributo individuale in una parte del risultato finale. Nella sua semplicità, il drum circle è l’espressione più perfetta del team building.

Movie Making Spot: lo scopo di questa attività è creare uno spot pubblicitario (per l’azienda, per un prodotto o per un evento), mettendo in campo talento e capacità comunicative. Ovviamente, i partecipanti a questo tipo di team building non sono, solitamente, professionisti della produzione video; questo vuol dire che ogni team dovrà “inventare” il modo di condurre il progetto. Come organizzare le attività? Quali contenuti trasmettere? Come dividere i ruoli? Quanto pianificare e quanto improvvisare? Per rispondere a tutte queste domande e trasformarle in uno spot efficace occorre comunicare e fidarsi gli uni degli altri.

Company Theater: tutte le attività di team building che riprendono l’idea della performance teatrale sfruttano le abilità che si coltivano in questo particolare stile performativo. Gli esercizi possono essere molto diversi fra loro e permettono di lasciare ampio spazio alla creatività degli organizzatori e dei partecipanti. Tutti hanno in comune due cose: aumentano considerevolmente, nei partecipanti, l’autostima e la fiducia in se stessi e richiedono comunicazione e capacità di ascoltare. Nel corso di questo tipo di esercizi emergeranno naturalmente le personalità più istrioniche, ma è anche possibile restare sorpresi dalle reazioni dei membri più timidi e silenziosi del team, che spesso trovano proprio in questo tipo di attività un veicolo per esprimere la propria personalità.

Musical: l’idea di utilizzare il format del musical come team building è maturata anche grazie al trend degli ultimi anni che ha visto numerosissimi film e show televisivi dedicati ai classici del musical, ma anche ai titoli più moderni. La parola chiave di questo team building è “divertimento”. Per sua stessa natura, infatti, il musical è gioioso, eccessivo, divertente. Superando ogni imbarazzo, i partecipanti dovranno cimentarsi con numeri del più classico teatro musicale, naturalmente adattati per rispondere alle necessità del team.

OUTDOOR

Soft-Air: divisi in squadre, i partecipanti conducono una vera e propria campagna militare, armati di fucili giocattolo ad aria compressa. Si tratta di simulazioni incredibilmente realistiche, che prevedono l’utilizzo di uniformi, indumenti protettivi, ma soprattutto richiedono l’impiego di tattiche e strategie identiche a quelle che si utilizzano nelle situazioni di conflitto. Questo vuol dire che ogni squadra deve pianificare le proprie azioni in base agli obiettivi, al territorio, alle risorse e alla posizione del “nemico”. Si tratta di un esercizio perfetto per stimolare le capacità strategiche, la corretta distribuzione dei ruoli e soprattutto la capacità di prendere decisioni rapide e ragionate in situazioni di grande pressione e stress. Il tutto in un contesto che permette di muoversi, di spezzare la routine dell’ufficio e di abbandonare le inibizioni e le formalità che normalmente si associano all’ambiente professionale.

Giochi senza Frontiere: attività di team building all’aperto, perfetta per la bella stagione, permette di sviluppare diverse abilità, sempre in modo piacevole e divertente; l’attività comprende moltissimi giochi ed esercizi diversi, così da permettere di creare progetti ogni volta diversi, a seconda del tempo e dello spazio che si ha a disposizione. Ogni esercizio è pensato per migliorare un aspetto della vita professionale: dalla coordinazione del gruppo alla comunicazione, dalla fiducia reciproca fra colleghi al problem solving, dalla leadership al pensiero creativo. E, naturalmente, il tutto si traduce in una giornata di divertimento all’aria aperta, con giochi emozionanti, a metà fra lo sport e il gioco di società, come il bubble football, il tiro alla fune e il “calcio balilla umano”.

Barca a Vela: fra tutti gli sport, richiede perfetta coordinazione e armonia fra i membri dell’equipaggio. Quando si viaggia in barca a vela, ognuno ha un ruolo definito e indispensabile, con una gerarchia pensata per rendere possibile la navigazione ma nella quale ogni membro è ugualmente importante. Oltre a costituire un’esperienza emozionante, questo sport è accessibile anche a chi non ha alcuna esperienza e, soprattutto, permette di trascorrere una giornata all’aria aperta, spesso in alcune delle location più belle d’Italia. Che si scelgano gli splendidi laghi italiani o il mare, una gita in barca a vela sarà sempre un’esperienza memorabile per tutto il vostro team, soprattutto se seguita da una gustosa cena a base di pesce!

Rugby: spesso lo si immagina come un’attività riservata ai professionisti ma la realtà è diversa: affidandosi ai giusti professionisti, è possibile organizzare una sessione di prova adatta anche a chi non ha mai giocato a rugby prima. Come tutti gli sport di squadra, il rugby stimola la comunicazione e la fiducia reciproca all’interno del gruppo, soprattutto fra membri che hanno ruoli e compiti diversi. Inoltre, dedicarsi a un’intensa attività fisica aiuta a rimuovere molte delle nostre barriere psicologiche nelle interazioni con gli altri.

SOCIAL

Social Team Building: quando si sceglie un team building dalle finalità sociali, il focus sarà sempre sull’importanza della causa che si intende aiutare. Questo vuol dire che non ci si troverà di fronte ad attività progettate da esperti di team building per stimolare la produttività o lo spirito di gruppo, ma a qualcosa di ben più importante: la possibilità di rendersi utili. Un buon modo per iniziare è sempre quello di guardarsi intorno, soprattutto nella propria città o nella propria regione, per scoprire quali associazioni svolgono un lavoro ad alto impatto sociale sul territorio. A seconda delle inclinazioni dei diversi partecipanti al team building, si potrà scegliere di dedicarsi ad associazioni con fini specifici (tutela dell’ambiente, promozione sociale, riqualificazione, beneficenza). Dopo di che basterà lasciarsi guidare dal progetto e mettersi a disposizione della causa scelta con entusiasmo e buona volontà.

Mapathon: non tutti sanno che per fare volontariato non è sempre necessario scendere in strada. Si può aiutare una buona causa anche dall’ufficio o da casa, utilizzando un computer. È questo il caso di Mapathon, un’iniziativa globale alla quale chiunque può unirsi, che ha lo scopo di aiutare a completare la mappatura di alcune aree in giro per il mondo. Lo scopo è fornire informazioni aggiornate e affidabili a chi ha bisogno di accedere a quelle aree per portare aiuti umanitari o soccorsi dopo un disastro naturale. Per partecipare a Mapathon, basterà entrare in contatto con la gestione del progetto a livello globale e offrire la propria disponibilità. A seconda delle circostanze e delle possibilità di ognuno, sarà possibile mettere su un gruppo nuovo o unirsi a uno già esistente. L’idea di usare Mapathon come attività di team building è relativamente recente, ma ha avuto subito molto successo, aiutando considerevolmente la cause.

Recycle Building: molte attività di team building sociale sono collegate alla riqualificazione di aree urbane, spesso attraverso attività di tutela dell’ambiente. Attività come il recycle building hanno il grande pregio di essere accessibili anche nelle aree urbane. Basta rivolgersi alle associazioni ecologiste della propria zona per scoprire come partecipare attivamente a questi progetti. Dal punto di vista del team building, progetti come la riqualificazione di spazi verdi o edifici abbandonati offre una gratificazione particolare. Lavorare per migliorare il proprio ambiente, quello che si vive quotidianamente e in modo immediato, aiuta ad avere il senso dell’utilità sociale di ciò che si sta facendo. Condividere questo sforzo con i colleghi è un ottimo modo per imparare a conoscersi, rispettarsi e stimarsi, sentendosi uniti nel lavoro per una causa comune.

Farm Building: è un’attività che può essere svolta in molti modi diversi, a seconda della location, del tempo a disposizione e del budget. Si parte da esperienze relativamente “soft”, che prevedono visite di una giornata a fattorie locali, con piccole esperienze che permettono di seguire il percorso di certi prodotti dall’origine al consumatore. Ci sono poi esperienze più articolate, che spesso richiedono qualche giorno, nel corso delle quali i partecipanti hanno modo di acquisire una conoscenza più approfondita delle attività che si svolgono in una fattoria. La finalità sociale di questi team building è spesso legata proprio alle fattorie che si scelgono: potrebbe trattarsi, per esempio, di piccole associazioni che puntano a creare orti urbani o a promuovere pratiche agricole sostenibili. Dal punto di vista del team building, lavorare a contatto con la natura aiuta a comprendere l’importanza della coordinazione e dei tempi: si impara a pianificare, ad aspettare e a rispettare l’ambiente che ci circonda.

THRILLING & CITY GAME

Team Me Up: i partecipanti, divisi in gruppi, devono superare una serie di “prove”, completare “missioni”, spesso progettate per riflettere i valori aziendali. Ogni missione, inoltre, ha lo scopo di stimolare alcune specifiche capacità, soprattutto quelle legate alla leadership, alla comunicazione interna e alla capacità di lavorare in modo coordinato. Un’altra abilità che questo particolare team building aiuta a stimolare è il tanto discusso “problem solving”: trovarsi di fronte a una situazione nuova, non codificata, spesso in uno spazio poco familiare, impone la necessità di trovare soluzioni in modo creativo, senza affidarsi a un protocollo.

Cena con Delitto: questo gioco di società è un grande classico dell’intrattenimento interattivo e immersivo; spesso costruite intorno ad ambientazioni gotiche o vittoriane, magari con un tocco di Agatha Christie e un accenno di Sherlock Holmes, le cene con delitto sono eventi estremamente divertenti, dal format semplicissimo. Durante la cena, un cast di attori metterà in scena il classico arrivo del detective sul luogo del delitto, proprio come avviene nei gialli più classici. L’investigatore, stabilendo che il colpevole si trova ancora sul posto, comincerà a elencare indizi; starà all’acume dei partecipanti individuare il colpevole! Questo team building stimola il pensiero creativo, ma anche le capacità deduttive e, naturalmente, il problem-solving creativo.

Caccia al Tesoro in Auto d’Epoca: quando si organizza una caccia al tesoro, infatti, si ha a disposizione non solo la struttura principale nel quale si svolge l’evento, ma spesso l’intera città o l’intera regione. Abbiamo organizzato caccie al tesoro fra le perle nascoste dell’architettura romana e fra le colline della Toscana: ogni luogo ha le sue particolarità e offre esperienze diverse, che possono entrare a far parte dei percorsi dei concorrenti. Fra tutti i nostri team building, questo è forse il più istruttivo, poiché spesso richiede di imparare qualcosa sulla storia e le tradizioni locali, per poter risolvere indovinelli e superare prove originali e insolite.

Mystery Room: attività perfetta per il team building perché permette di allenare il problem-solving e le capacità analitiche. Il format è semplice: chiusi in una stanza, i partecipanti hanno a disposizione un determinato numero di oggetti, con i quali dovranno interagire per risolvere degli enigmi. Lo scopo del gioco è trovare la chiave della stanza e uscire, entro il tempo prestabilito. Questo è il team building perfetto per chi non è a proprio agio con le attività più avventurose, sportive o prettamente fisiche. Uscire da una mystery room è un esercizio di intelligenza e logica, adatto a chi dà il meglio nei ragionamenti complessi, specialmente sotto stress.

Per maggiori informazioni

I campi segnati con * sono obbligatori.

Inviando il presente modulo confermo di aver letto ed accettato l’Informativa sulla Privacy sul trattamento dei dati personali

Cogli l’opportunità della Formazione Finanziata

Cogli l’opportunità della Formazione Finanziata

ALTRI CORSI DEL TEAM DEVELOPMENT

RIMANI INFORMATO SU TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DEL CORSO DI TEAM BUILDING!

I campi segnati con * sono obbligatori.

Inviando il presente modulo confermo di aver letto ed accettato l'Informativa sulla Privacy sul trattamento dei dati personali

Team Building
ultima modifica: 2018-03-01T16:13:54+00:00
da Area IT
WordPress Image Lightbox
X