Gamification nell'e-learning: alcune tecniche fondamentali

Gamification nell’e-learning: alcune tecniche fondamentali

Sempre più spesso si utilizzano elementi e tecniche propri del gioco per rendere lo sforzo dell’apprendimento -in qualsiasi ambito- sempre più divertente, avvincente e, in definitiva, più efficace. Vediamo alcuni dei principi chiave, applicabili anche in ambito di e-learning:

 

1Avversione verso la perdita – Numerosi studi dimostrano come una perdita sia uno stimolo due volte più potente di un guadagno. In sostanza, l’uomo preferisce evitare una perdita che acquisire un guadagno. Una propensione molto utilizzata, dagli sviluppatori di giochi.

Progressione nel gioco – L’utente deve poter riprendere il gioco dal punto dove si è interrotto. Anche nel caso di ‘perdita’, deve quindi essergli data l’opportunità di nuovi tentativi, senza eccessive limitazioni.

Ricompensa – Gratificare il giocatore, con ‘punti’, funzioni o abilità nuove all’interno del gioco, lo spinge a identificare con più attenzione le scelte corrette.

Livelli – Un numero differenziato di obiettivi, sfide, livelli (a difficoltà crescente) costituisce uno stimolo essenziale al proseguimento del gioco.

Competizione – La determinazione di punteggi e classifiche è uno dei modi più semplici ed efficaci per incoraggiare la competizione, dal momento che fornisce al giocatore una forma di riconoscimento immediata dei suoi sforzi e delle sue abilità.

Narrazione – Perché sia efficace, la storia che fa da sfondo a un gioco deve incorporare un protagonista, un antagonista e una trama composta da eventi in sequenza.

Regole – Istruzioni chiare sono cruciali per definire aspettative, ruoli e modalità di svolgimento del gioco.

Controllo – Il giocatore deve sentirsi in pieno controllo delle sue possibilità di successo e di raggiungimento degli obiettivi del gioco.

Scoperta – Un gioco che incentiva la scoperta e l’esplorazione garantisce giocatori più attenti e motivati.

Interattività – Il giocatore deve sentirsi impegnato, sfidato e stimolato (sul piano fisico o mentale).

Feedback – È essenziale far sapere all’utente che i suoi movimenti nel gioco vengono riconosciuti, fornendogli indicazioni su come proseguire verso la meta dichiarata. Un feedback di tipo analogico è inoltre molto più efficace di un testo scritto.

Limitazioni temporali – Creano un senso di urgenza che spinge l’utente a migliorare la sua prestazione, aiutandolo a pensare e ad agire con più velocità e precisione.

 

Vuoi saperne di più?

Contatta la nostra divisione A.D. Management.

Gamification nell’e-learning: alcune tecniche fondamentali
ultima modifica: 2016-11-28T18:34:26+00:00
da Area IT
WordPress Image Lightbox
X